Lavoro

Elezioni 2013 : Stallo Completo. Quale sarà il futuro Italiano?

Elezioni 2013 : Stallo Completo. Quale sarà il futuro Italiano?
Come sapete in questo momento l'Italia è in Stallo completo perchè nessuno dei candidati alle elezioni politiche è riuscito ad avere la maggioranza. Possiamo tranquillamente dire che anche le elezioni stanno vivendo il loro momento di crisi. L'Italia è in caos completo e fa paura all'europa e al mondo oltre ai mercati finanziari e la borsa italiani. L'euro ha perso oltre 300 pips nell'ultimo giorno contro il dollaro, tutto a causa della forte indecisione degli Italiani a non riuscire a scegliere il candidato che possa governare l'Italia negli anni successivi! Alle elezioni 2013 i partiti emergenti sono stati: - PD- Sel (Centro sinistra)- PDL - Lega - Berlusconi (Contro destra)- Movimento 5 Stelle (Beppe Grillo) Il governo monti ha avuto il fallimento... [continua]

Lavorare in Italia: si può!

Lavorare in Italia: si può!
Lavorare in Italia; cercare un lavoro che risponda alle proprie esigenze professionali conciliando sogni e  necessità. Lavorare in Italia si può! Trovare un lavoro che possa soddisfare tutte le proprie aspettative è ancora possibile ma spesso non si hanno gli strumenti giusti per farlo o talvolta si commettono errori che, senza accorgersene, limitano fortemente le possibilità di riuscita. Lavorare in Italia è ancora possibile! Nonostante la crisi economica, l’instabilità politica e le vicende sociali che il Paese sta attraversando da qualche anno, è ancora possibile trovare lavoro in Italia, un lavoro che offra garanzie occupazionali future.Lavorare in Italia è ancora possibile perché il mercato è attivo e... [continua]

In arrivo la riforma del mercato del lavoro entro marzo 2012

In arrivo la riforma del mercato del lavoro entro marzo 2012
Grazie al serio e aperto confronto con le parti sociali il Governo sta studiando un'ampia riforma del mercato del lavoro. Lo ha annunciato oggi ilministro del Welfare, Elsa Fornero che ha fatto notare inoltre che le riforme non avranno operatività immediata. La riforma prevederà sgravi fiscali e migliori servizi, anche formativi e con il finanziamento del Fondo sociale per affrontare i problemi dell'occupazione femminile e del dualismo Nord-Sud.Ma al cuore della riforma sta il riordino dei contratti di lavoro perchè troppe tipologie negli anni hanno creato precarietà diffusa tra i giovani. Con la riforma il governo, darà priorità alla disoccupazione giovanile, e nel mettere a punto la riforma, l'enfasi andrà all'apprendistato per favorire... [continua]