Assicurazione Auto Temporanea Quanto Conviene

Assicurazione auto temporanea quanto conviene

L’assicurazione auto temporanea è la polizza più personalizzabile a disposizione degli automobilisti italiani. Oltre alla classica formula annuale esiste infatti una versione con una durata più limitata, che può andare da qualche mese a pochi giorni. Sebbene ogni caso richieda una valutazione a sé, in generale possiamo dire che l’assicurazione auto temporanea fa per te se usi poco l’auto e solo in determinati periodi.

 

 

Si tratta semplicemente di una polizza auto che, invece di valere per un intero anno, ha una scadenza limitata a pochi giorni o pochi mesi. Se usi poco l’auto, magari perché vivi in una grande città e di norma preferisci spostarti con i mezzi pubblici, questa soluzione ti permetterà di risparmiare sull’assicurazione auto e di tutelarti comunque nel migliore dei modi.

 

Per poter stipulare una polizza temporanea di questo tipo devi però sapere in anticipo il periodo in cui vuoi utilizzare l’auto. Nel contratto che firmerai, infatti, andranno indicati i giorni o i mesi nei quali vuoi attivare la copertura e non dovrai assolutamente sgarrare se non vuoi trovarti a dover pagare un sovrapprezzo molto salato.

 

Le polizze temporanee sono l’ideale se ad esempio vuoi utilizzare il tuo mezzo solo durante le vacanze estive o nella bella stagione. Se invece vuoi utilizzare la macchina solo un weekend ogni tanto, o comunque per pochissimi giorni, le assicurazioni giornaliere potrebbero essere ancora più vantaggiose. Molte compagnie permettono infatti di stipulare polizze ad hoc solo per pochi giorni, solitamente 3 o 5, mai meno.

 

Il grande vantaggio è dato dal fatto il premio che otterrai sarà  molto meno caro e limitato ai periodi o ai giorni in cui hai davvero intenzione di usare la tua auto. Come anticipato, però, presta molta attenzione alle condizioni del contratto: nel caso in cui dovessi sforare il periodo di utilizzo previsto, le compagnie prevedono costi molto salati.

 

 

Assicurazione auto a km: paghi solo quanto consumi

 

All’interno della categoria delle polizze temporanee, quelle a km meritano un discorso a parte. In questi casi, il premio da pagare viene stabilito sulla base di fasce di percorrenza da definire in sede di stipula dell’assicurazione.

 

In pratica, al momento di firmare il contratto dovrai stabilire con la compagnia un limite massimo di chilometri che potrai percorrere in un anno e per i quali risulterai assicurato. Cerca di non superare mai la soglia concordata, altrimenti anche qui incorrerai in sovrapprezzi molto alti.

 

Ma come fanno le compagnie a controllare quanti km percorro? Semplice, con la scatola nera. Si tratta di un dispositivo dotato di GPS e di un sistema di registrazione e comunicazione dati che devi installare per forza sulla tua auto se vuoi usufruire di un prodotto a km.

 

Oltre a monitorare il numero effettivo di km percorsi, la scatola nera ti può essere molto utile in caso di incidente per ricostruirne l’esatta dinamica, così come ti può aiutare a ritrovare l’auto se per sfortuna qualcuno te la rubasse.

 

In linea di massima consigliamo l'assicurazione temporanea se percorri meno di 5mila chilometri all’anno. Se invece ti avvicini di più ai 10mila occorre fare una valutazione specifica, mentre se li superi lascia perdere che non fa per voi.